Casini: Il Terzo Polo va solo con SEL. Il PD è fuori dai giochi.

Poco fa stavo riflettendo su quello che ritengo il fatto più importante della giornata. Vi sembrerà strano ma non riguarda né Ruby, né la ragazza che il Trota e il Drago avrebbero in comune (che sia affetta da Zoofilia?), né le rivolte in Tunisia, Egitto e Albania. Questa notizia è talmente importante che dovrebbe far passare in secondo piano anche la Figura ‘Emmerd di Frattini. Talmente importante che riguarda Pierferdinando alias “Pierfurby” Casini (ebbenessì) il quale, durante la convention del Nuovo Polo per l’Italia tenutasi a Todi, ha espressamente dichiarato, senza mezze misure, tra uno schiaffetto correttivo a Buttiglione e un momentaneo blocco dell’amigdala:”Vogliamo pacificare l’Italia, costruire le condizioni per una grande coalizione, come in Germania, tra moderati e socialisti che faccia anche scelte impopolari. Scelte doverose anche se possono costare in termini elettorali ma che se non facciamo ci porterebbero nel baratro”. Lo ha detto proprio lui. E non so perché, sarà che l’aria è amara, sarà che i sondaggi mostrano i primi segni di cedimento dell’asse PDL-LEGA ma a tutto vantaggio del Centrosinistra, io mi fido. A me pare un’inversione di rotta chiara. In fondo è pur sempre Casini e non “Ma anche” o “Ragassimasiamopassi”. Dovremmo poter fidarci, insomma. E giusto per capirci, quando dico dovremmo, parlo anche a nome del mio Inconscio. Ora però, prendendo in considerazione pelo per pelo quello che ha detto, essendo il suo lessico abbastanza chiaro, dovremmo aver capito che intenderebbe prendere spunto dalla Große Koalition dei Crucchi, partendo dalla irremovibile condizione che per Socialisti s’intenda, come è logico che sia, chi fa riferimento al Partito Socialista Europeo e, per Moderati, i Popolari Europei. L’ennesima dimostrazione, quindi, di quanto il Partito Democratico non sia stato preso minimamente in considerazione. Nemmeno da Pierfurby. Tu, che credi che io stia gigioneggiando, o che stia dando nuovamente di matto, sappi che sono più che serio. Ancor più serio quando rifletto sulla questione delle decisioni impopolari che, a casa mia, sta per “dobbiamo stringere la cinghia e i denti (perché non si dilata solo la pupilla di Noemi Letizia)” per poter star meglio domani. E Prodi? E le mani nelle tasche (!della giacca!) degli italiani? Non si poteva far prima? Cosa non andava nel Leader Maximo? Perche Rocco “70 a 30” Buttiglione ritenne di dover cambiare aria quasi 20 anni fa? Perché la scissione col PPI? Mistero della Fede. Atteniamoci a quanto detto e, soprattutto, che FLI e UDC non vengano a dettar legge in casa nostra, che senza girarci intorno, poco ci manca che assieme non raggiungono nemmeno il consenso di SEL. Che sia chiaro. 



di Luigi De Michele 

Annunci