State tradendo Moro e Berlinguer



State mandando in malora il più gran bel sogno della politica italiana. State impedendo quel lento ma inesorabile avvicinarsi tra cristianesimo sociale e socialdemocrazia. State distruggendo un partito che affonda le sue più profonde radici nel più remoto dei passati della nostra storia repubblicana. State prendendo parte alla distruzione dell’unica diga, l’unico partito, le uniche persone che il Paese abbia visto opporsi alla dirompente e accecante forza della destra negli ultimi due decenni. State prendendo a randellate nei denti le uniche persone che si siano opposte al malaffare e al malcostume fattisi potere politico. State rovinando tutto.
Avete distrutto il Segretario che voi stessi avete votato, il candidato alla Presidenza del Consiglio che voi stessi – per la seconda volta in tre anni – avete votato. Lo avete persino deriso quando ha umilmente deciso di farsi da parte dopo esser stato tradito. Avete bruciato coloro i quali hanno fondato il partito, due tra le più grandi personalità del sindacato e della politica italiana: Franco Marini e Romano Prodi. Un ex Segretario della CISL, ex Presidente del Senato nonché artefice della fusione tra Margherita e Democratici di Sinistra e l’unico leader del centrosinistra contro cui Silvio Berlusconi non abbia mai vinto.
State ponendo i presupposti per la vittoria finale del berlusconismo. State consacrando Silvio Berlusconi proprio nel giorno in cui Silvio Berlusconi ci abbandona. State tradendo voi stessi, la vostra storia, la vostra cultura, i vostri ideali, la vostra tradizione. Siete talmente persi nella affannosa rincorsa della vittoria sul nemico che siete diventati il nemico stesso. Non vi si distingue più dall’originale, e la vostra dannata superbia – qualora riusciste a vincere la battaglia – costerà cara quanto non mai. Costerà la restaurazione di ciò che già c’era, l’atto finale della macelleria sociale avviata da Bettino Craxi nel 1983, e che solo i governi che avete votato, hanno combattuto. Avete votato governi che hanno viaggiato con un PIL che cresceva quasi del 4% a fronte della stagnazione causata dalle politiche di Giulio Tremonti. Avete votato governi che hanno riportato per ben due volte il nostro debito pubblico al 100% del PIL dopo i buchi lasciati dal neoliberismo nostrano. Avviarono una nuova stagione del lavoro che pose i presupposti per abbattere la disoccupazione. Le cose non accadono per caso e la realtà è ben più complessa. Erano i vostri governi, i governi che state rinnegando assieme ai loro uomini. State sputando nel piatto in cui avete mangiato.
E il motivo, poi? Perché non hanno saputo fronteggiare degnamente 100 emittenti televisive e 1000 riviste, no? Perché hanno rifiutato il linguaggio vuoto, il linguaggio della menzogna, il linguaggio che approfitta della gente più debole e più a rischio. E cosa proponete ora? Il rovescio della medaglia, l’assenza di contenuti, l’intrattenimento, gli slogan, la mancanza di una visione per il Paese, per voi e per i vostri i figli. E chi proponete? Uno che in vita sua ha passato più tempo con Marchionne che con un metalmeccanico. È questo che avete sempre sognato?
State demonizzando le uniche persone che si sono opposte a così tanta merda. Tipo Rosy Bindi che ne ha presa in faccia a tonnellate. E che sia chiaro: quelle persone, quelle care persone che avete votato per così tanti anni, non hanno rappresentato e non rappresentano assolutamente un dono divino e, la loro presenza, la loro resistenza, non era e non è affatto dovuta, non è stata e non è assolutamente una cosa scontata. Avreste potuto proporvi al posto loro, far politica al posto loro. Avreste sicuramente fatto meglio voi. O sbaglio? L’esistenza della gente per bene non è cosa scontata nella vita e, soprattutto, non in questo Mondo.
Voi non siete come, siete esattamente il bigotto che attribuisce le colpe di un qualsivoglia reato alla vittima piuttosto che al colpevole. Siete fatti della sua stessa essenza. Siete lui. Vi siete imberlusconiti. Avete ceduto ai media del Cavaliere ormai da troppo tempo, molti anni prima rispetto alla gente che volete ardentemente mandare a casa. E sappiate che la vostra sarà una colpa storica. Una colpa che porterete con voi per sempre.
State tradendo Moro e Berlinguer.
Annunci